Published On: ven, Giu 2nd, 2017

Aprire un’edicola: Info, tasse, guadagni. Conviene?

Aprire un’edicola nel 2017 o rilevarla può sembrare una buona idea perché le edicole costano relativamente poco, e in questa grande crisi economica aprire un’edicola può essere un’ottima idea per guadagnarsi da vivere dignitosamente. 

Chi scrive quest’articolo è un ex edicolante che ha dovuto mollare la presa. Come ti sto per spiegare, purtroppo il mondo delle edicole sta vivendo una crisi senza precedenti, ed investire i propri(pochi) soldi in un’edicola potrebbe essere una mossa molto azzardata in almeno 9 casi su 10.

Ti farò una panoramica completa su ogni aspetto dell’edicola, dai guadagni sui prodotti fino alle tasse e alla vita condotta in edicola e il rapporto con i clienti. Voglio che tu abbia una panoramica completa della situazione prima di aprire un’edicola, perché è una scelta che va presa con tanta calma e solo dopo aver fatto tutte le dovute valutazioni.Aprire-un-edicola

Aprire un’edicola nel 2017: Quanto guadagna un’edicola?

Iniziamo col dire che qualche decennio fa con un’edicola si potevano mantenere due famiglie, infatti spesso c’erano due capi famiglia che si alternavano negli orari mattutini e pomeridiani per la gestione dell’edicola.

Purtroppo non è più così, e oggi un’edicola non basta nemmeno ad una famiglia, questo a causa della digitalizzazione che ha portato le notizie dai giornali ad Internet, e anche a causa della crisi. Tant’è vero che la persona media che era mia cliente, non era un semplice operaio, ma un professionista, gli operai oggi devono mangiare, non hanno i soldi per comprare il giocattolo da 5€ per la figlia.

Il guadagno di un edicolante è crollato ed è letteralmente impossibile mantenersi solamente con i giornali, molti riescono a restare ancora in piedi solamente grazie ai vari gadget venduti: Figurine dei calciatori, figurine dei cucciolotti, illustrati ecc. Di soli giornali si muore di fame.

Non so con esattezza quanto guadagnino tutte le edicole d’Italia naturalmente, ma posso assicurare che un’edicola fronte strada con passaggio pedonale in una delle principali strade di un paese da 50.000 abitanti, oggi fa fatica a restare aperta.

Avevo rilevato un’edicola che nel 2003 registrava un guadagno netto di 37.000,00€, poi è arrivata la crisi e l’avvento di Internet anche tra i più anziani. Risultato? 2015 chiuso a soli 8.000,00€ netti, il proprietario tra l’altro fece l’errore di tenerla aperta poche ore al giorno l’anno precedente, poiché stava avviando un’altra attività.

Quando io ho rilevato l’edicola, la stessa non faceva più di 30,00€ al giorno netti, gli orari di lavoro erano 6-14 e 16/20.30, praticamente non guadagnavo nemmeno 2,00€ l’ora, tenendo conto che per “netti” si parla di netto delle tasse, ma non ho scalato le spese della corrente, del telefono e del suolo pubblico da pagare.

Lo Stato ha letteralmente abbandonato le edicole al loro destino, non è stato fatto nulla per provare a salvarle, e il colpo di grazia è dato dai distributori locali di giornali che forniscono merce spesso difficile da vendere, e rendono poco reperibile la merce che si vende maggiormente.

Mediamente, in Italia un edicolante guadagna 1.200 euro al mese, e questa somma diminuisce di anno in anno. Purtroppo sono destinati a sparire tutti quanti.

Quanto guadagna un’edicola sulle figurine?

Non ricordo con esattezza quale fosse l’aggio sulle figurine, se non dovessi sbagliarmi, e ne so quasi certo, l’aggio si aggira attorno al 25%, quindi ogni euro di figurine vendute, si otteneva un guadagno di 25 centesimi, e queste cifre dovrebbero essere rimaste invariate ancora oggi.

Quanto guadagna un’edicola sui giornali?

Sui giornali un’edicola guadagna il 18% netto, questo sui giornali più importanti a livello internazionale, più un giornale è specifico per un determinato target più si guadagna. 18% è sui giornali locali e quelli sportivi, oltre che quelli di cronaca, ma ricordo che sul Sole 24 Ore si riusciva a guadagnare qualcosa in più.

Aprire un’edicola conviene?

Oggi aprire un’edicola non è facilissimo in fatto di licenza, ma una cosa è certa: è una pazzia.

Aprire un’edicola da zero significa fare sicuramente la fame e chiudere la baracca dopo pochi mesi, l’unica soluzione passabile per chi vuole gestire un’edicola consiste nel rilevare un’edicola già esistente che abbia il suo giro di clienti.

Non è molto intelligente aprire un’edicola di questi tempi, si rischia solamente di gettare al vento i propri risparmi, con la stessa cifra tanto vale aprire un’agenzia di scommesse. Ma anche quelle presto andranno a calare perché il gioco si sta spostando su Internet.

Conviene aprire un’edicola rilevandone una?

Aprire un’edicola nel 2017 rilevandone una può essere un’idea di business, ma solamente nel caso in cui l’edicola abbia anche gadget da cancelleria e sia l’unica nel raggio di almeno 1 km. Dove abito io, esiste una cartolibreria che svolge anche la funzione di edicola che vende molto molto bene, ma solo perché è l’unica attività commerciale non alimentare del paese di 3.000 abitanti composto perlopiù da anziani.

Se doveste avere l’opportunità di aprire un’edicola presso una stazione ferroviaria, all’interno di un centro commerciale, o altri luoghi in cui circolano decine di migliaia di persone al giorno, valutando tutti i costi forse può ancora essere un’idea, ma in tutte le altre circostanze mi sento di sconsigliarlo fortemente.

Tasse di un’edicola: Come funziona?

Non vorrei dire una panzana, ma che io ricordi i miei guadagni erano già al netto. Nel senso che il distributore a me lasciava solamente la parte netta, e poi provvedeva lui a pagare le tasse. Su alcuni prodotti che invece acquistavo io, pagavo normalmente le tasse e dovevo effettuare lo scontrino, cosa che non bisogna fare con i prodotti tradizionali da edicola.

Gestire un’edicola: Opinioni sul lavoro

Quella della gestione di un’edicola è un’esperienza bellissima, almeno lo è stata per me. Si tratta di un lavoro molto rilassante, a contatto con la matematica di base(calcoli molto semplici), e il bel profumo dei giornali e delle riviste. Le ore all’interno dell’edicola volano via come se nulla fosse, e la sera io ero anche deluso del fatto di dover chiudere, mi piaceva tantissimo, e spesso facevo orario continuato proprio perché era un lavoro che mi appassionava tanto.

Ho fatto tanti lavori, e non tutti umili, tutt’altro, sono il fondatore di un’azienda che ha fatturato il primo anno più di 50.000 euro, ma quella dell’edicola è un’esperienza bellissima che rifarei ancora, eliminerei lo stress che un imprenditore ha, e mi godrei la bellezza della carta stampata. Mi piaceva molto anche il rapporto che si era instaurato con i bambini che venivano a comprare le figurine, sembrava di stare in un’altra epoca.

Purtroppo però, ci hanno tolto un sogno, Internet ha spazzato via il mondo dell’editoria cartacea, grossi errori sono stati commessi anche dagli editori che non hanno saputo offrire alternative, ma purtroppo dobbiamo rassegnarci.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>