Published On: lun, Set 3rd, 2018

Aprire una tabaccheria: Info, tasse, guadagni. Conviene?

Share This
Tags

Aprire una tabaccheria nel 2018 può essere un’idea di business per chi ha perso il lavoro. O per chi ha deciso di cambiare lavoro e di mettersi in proprio.

Ma siamo sicuri che sia la scelta giusta, e che in realtà non si buttino i soldi di una vita di risparmi e di fatiche? Abbiamo deciso di fare un’analisi molto dettagliata, in maniera da dare al lettore la possibilità di capire se per lui aprire una tabaccheria possa essere una buona idea.

Faremo una panoramica completa su tutti gli aspetti riguardanti le tabaccherie, analizzeremo ogni punto di vista. E solo in seguito si potrà scegliere se si tratti o meno di una buona idea.

aprire-tabaccheria

 

Aprire una tabaccheria nel 2018: Quanto guadagna una tabaccheria?

Quanto si parla di tabaccherie bisogna dire che i profitti rispetto a 10 anni fa sono calati, questo a causa di diversi fattori tra cui la crisi economica e l’aumento progressivo delle persone che hanno smesso di fumare. Ma nonostante i guadagni delle tabaccherie siano calati il mercato regge ancora bene grazie al Gioco, e con una tabaccheria è possibile vivere dignitosamente.

Non possiamo stabilire quanto guadagna un tabaccaio, perché ogni tabaccheria ha dei profitti diversi che variano in base al numero di abitanti, alla città(in alcune città si gioca più che in altre) e in base anche al numero di concorrenti.

Possiamo dire oltre ogni ragionevole dubbio che ad oggi un tabaccaio riesce a guadagnare decentemente. C’è chi riesce a guadagnare cifre superiori ai 5.000 euro al mese, e ci sono molti altri che invece riescono a permettersi dei collaboratori e uno stipendio netto di 2.000 euro.

Però bisogna stare attenti quando si parla di questi numeri, perché viviamo una fase molto particolare dell’economia mondiale, una fase in cui ci sono tanti cambiamenti e non è detto che le tabaccherie tra 10 anni avranno lo stesso flusso d’entrate.

Potrebbe capitare ciò che è accaduto alle edicole, che a causa della crisi dell’editoria cartacea sono fallite.

Quanto guadagna un tabaccaio sulle sigarette?

Come molti sanno uno dei proventi principali di una tabaccheria sono gli aggi provenienti dalle sigarette e dal tabacco venduti. Quanto guadagna un tabaccaio sulle sigarette? I tabaccai sulle sigarette prendono una percentuale pari al 10% del prezzo di vendita. Questo significa che per poter guadagnare 1.000 euro al mese dalle sigarette, dovranno venderne per un valore di 10.000.

Quanto guadagna un tabaccaio sui gratta e vinci?

Sui Gratta e Vinci è previsto un compenso pari al 8% del venduto, questo significa che per poter racimolare 1.000 euro al mese con i Gratta e Vinci, dovrà avvenire una vendita superiore ai 10.000€ di venduto, con tutti i rischi annessi dovuti alle potenziali rapine che si possono subire.

Quanto guadagna un tabaccaio sul lotto?

L’aggio sul lotto può subire modifiche per volontà del Governo italiano, l’ultima volta che abbiamo verificato l’aggio era poco superiore al 7%.

Quanto guadagna un tabaccaio sulle ricariche telefoniche?

Nella mia esperienza da edicolante ricordo che sulle ricariche telefoniche si guadagna una cifra che varia da operatore ad operare, comunque tale cifra oscilla tra l’1 e il 2% della ricarica effettuata, infatti si può notare facilmente che molte tabaccherie hanno deciso di non fornire questo servizio in quanto rischiano di avere rapine molto dolorose per le loro casse, per mettersi in tasca cifre a dir poco irrilevanti.

Quanto guadagna un tabaccaio sulle marche da bollo?

Secondo le informazioni che ho personalmente preso perché interessato all’acquisto di una tabaccheria, ad oggi il guadagno di un tabaccaio sulle marche da bollo e su tutti i valori bollati è pari al 5%.

Aprire una tabaccheria conviene?

Oggi aprire una tabaccheria è impensabile, al massimo è possibile rilevare una tabaccheria. Quest’attività potrebbe essere abbastanza proficua, ma solamente a certe condizioni. L’ideale è rilevare una tabaccheria che ha importanti aggi annuali che viene venduta dal titolare che ha raggiunto i limiti d’età per poter andare in pensione. Oggi acquistare un’edicola per diverse centinaia di migliaia di euro a mio avviso è scorretto. Scorretto perché la politica potrebbe far cambiare le carte in tavola, e abbassare i profitti dei tabaccai. Inoltre non bisogna sottovalutare la digitalizzazione che sta prendendo sempre più piede, negli USA Amazon adesso vende anche farmaci.

Sono dell’opinione che con una cifra del genere sia possibile fare investimenti più interessanti e anche meno dispendiosi a livello di energie, perché acquistare una tabaccheria non è altro che acquistare un posto di lavoro.

Una possibile alternativa all’acquisto di una tabaccheria potrebbe essere l’apertura di un distributore automatico di carburante.

Quanto costa aprire una tabaccheria?

Le licenze delle tabaccherie costano molto, raramente si scende sotto ai 100.000 euro, e in alcuni casi si arriva a superare il mezzo milione di euro. Cosa che ritengo debba portare gli interessati a questo settore a riflettere sulla fattibilità dell’investimento, visto che è un settore che tra 10 anni potrebbe essere completamente stravolto. Quindi credo sia il caso di acquistare una tabaccheria solo nel caso venga svenduta.

About the Author

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>