Published On: ven, Set 7th, 2018

Vivere in Thailandia: Costo vita e investimenti

Share This
Tags

Spesso alcuni lettori sapendo che abbiamo soci in Thailandia ci chiedono quanto costa la vita in Thailandia. La risposta a questa domanda può sembrare scontata ma in realtà è un argomento difficilissimo. 

La Thailandia come paese non è particolarmente grande, è molto simile all’Italia, ma è possibile trovare di tutto. Quindi vediamo nel dettaglio alcune informazioni che possano tornare utili.

Il costo della vita thailandese varia in base alla zona in cui si decide di vivere, e in base al proprio tenore di vita.

Mediamente un Thailandese, esclusa Bangkok, fa difficoltà a raggiungere l’equivalente di 500 euro al mese, cioè 19.000 Baht mensili.

Questo significa che i thailandesi guadagnano poco, ma la vita da thailandese costa poco. Volendo vivere uno stile di vita occidentale, conducendo una vita come una famiglia normale italiana composta da 4 persone, non si parla di cifre inferiori ai 1.500 euro al mese, come ha detto in un suo video anche l’italiano Vicky Wen(nome d’arte).

quanto-costa-vivere-in-thailandia

Quanto costa vivere in Thailandia: Le cifre

Volendo vivere in zone rurali a contatto con la natura è possibile cavarsela anche con cifre inferiori ai 500,00€ al mese, cioè cifre inferiori ai 19.000 Baht. La Thailandia è bellissima, e non sono pochi gli italiani e gli occidentali che hanno deciso di trasferirli nelle campagne thailandesi.

Ma la maggioranza degli italiani va a vivere in Thailandia trasferendosi a Bangkok, Pattaya, Patong e altre località molto note della Thailandia. In molti casi per questioni “sentimentali” per non dire altro.

Il costo della vita in Thailandia a parità di vita è più basso, molte delle cose che ci si potrebbe permettere in Thailandia non è possibile permettersele in Italia.

Questo però non significa che in Thailandia si viva con poco, e che sia possibile andare tutti i giorni ai ristoranti con uno stipendio misero.

Vivere nella Thailandia “selvaggia” sicuramente è meno costoso che vivere a Bangkok, ma anche a Bangkok è possibile vivere una vita serena con uno stipendio da italiano medio, permettendosi delle cose che in Italia una persona normalmente può permettersi poche volte l’anno.

I prodotti più cari in Thailandia sono gli abiti firmati, acquistare abiti di marche molto note potrebbe costare il doppio rispetto all’Italia. Le utenze domestiche invece costano poco, il costo dell’affitto dipende dalla zona, una casa di medie dimensioni nel centro di Bangkok può avere un affitto di 800,00 euro al mese. Così come in molte città italiane.

Tutta la sfera attinente al divertimento e allo svago(cinema, teatro ecc) costano quasi quanto l’Italia. A Bangkok anche di più.

Quanto costa vivere in Thailandia da pensionato?

In Thailandia una persona poco avvezza ai locali, e che al massimo frequenta piccoli ristoranti e che ha casa di proprietà perché l’acquista, può riuscire a vivere serenamente con 1.000 euro al mese se è solo o ha una compagna. Questo è un po’ più difficile in zone come Bangkok, ma a Patong è possibile. Ci sentiamo di escludere Pattaya perché è una meta per mero turismo “sentimentale” per non dire altro.

Quanto costa vivere a Bangkok?

Questa domanda è difficile, perché il costo della vita a Bangkok dipende dallo stile di vita che una persona vuole intraprendere. Condurre una vita come quella delle persone locali, significa vivere una vita molto differente da quella di un italiano, anche se Bangkok è una delle città più occidentalizzate dell’Asia.

Una persona che decide di andare a Bangkok per andarsene tutte le sere nei locali, cambiare donne ogni mese ecc come sognano molti italiani, si troverà molto deluso, perché una vita del genere non costerà mai meno di 7.000 euro al mese. Questo significa dover guadagnare tantissimo.

Cosa fanno gli italiani in Thailandia e quanto spendono?

Gli italiani in Thailandia sono perlopiù imprenditori che hanno deciso di cambiare vita, e ci sono anche molti italiani che hanno ruoli importanti in aziende create da occidentali.

Un italiano che non ha alcuna preparazione, non ha esperienze imprenditoriali, potrebbe fare grande fatica in Thailandia. Al massimo potrebbe trovare un posto di lavoro da manovalanza, che come detto, è pagato pochissimo.

Molti italiani che vivono in Thailandia sono imprenditori digitali, cioè persone che svolgono lavori su Internet, e approfittano del minor costo della vita e della minor pressione fiscale. Tra l’altro la Thailandia oltre ad avere donne che sono rinomate in tutto il mondo, ha un paese che dal punto di vista naturalistico è stupendo.

Gli italiani che conosco che lavorano in Thailandia si mantengono grazie all’azienda di consulenza Betsystem, cioè riescono a portarsi lo stipendio a casa grazie ai loro investimenti nel mondo delle scommesse sportive professionistiche, rivolgendosi a professionisti di grande livello come Antony Bottiglieri e tutto il suo team. Però questo viene effettuato a loro rischio e pericolo, perché in Thailandia è vietato scommettere. Infatti per evitare sanzioni, queste persone si stanno spostando in altri paesi asiatici, dove invece le scommesse sono accettate. Così potranno continuare a godersi la vita, mentre professionisti lavorano per loro.

Conviene investire in Thailandia?

La Thailandia ha leggi molto particolari, e bisogna stare attenti a molti aspetti. Ma rivolgendosi a seri professionisti del posto, proprio come Vicky Wen(Valerio Grottola) è possibile fare business in Thailandia in maniera seria, riuscendo a vivere in maniera più che decorosa.

About the Author

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>