Published On: dom, Gen 29th, 2017

Multa per divieto di sosta: Costo, punti patente, ricorso.

Tra le infrazioni più comuni compiute dagli automobilisti c’è quella del divieto di sosta, oltre il 20% delle multe sono proprio delle multe per divieto di sosta, per fortuna la multa non ha un importo molto elevato, ma è sempre meglio prestare attenzione ed evitare di farsi multare dalla polizia locale.

Per fortuna è anche possibile contestare la multa, ma nel caso in cui il ricorso non dovesse andare a buon fine l’importo da pagare per la sanzione aumenterebbe notevolmente.

Il divieto di sosta è regolamento dall’art 158 cds, cioè dall’articolo 158 del codice della stradaMulta per divieto di sosta.

Quanto costa la multa per divieto di sosta?

Andare a fare commissioni per qualche minuto e parcheggiare la macchina in divieto di sosta può portare ad una multa del valore di 41 euro, questa sanzione però potrebbe avere un costo maggiore nel caso in cui ci sia stato un parcheggio in divieto di sosta su un marciapiedi, in questo caso specifico e anche in quello del parcheggio presso un’area ciclabile la sanzione sarà il doppio, quindi 82 euro.

Quanti punti vengono tolti dalla patente per divieto di sosta?

Nella grande maggioranza dei casi essendo un’infrazione di poco conto non è previsto che vengano decurtati punti dalla patente, ma ci sono casi estremi in cui i punti vengono decurtati e precisamente sono 2. Il numero di punti che vengono tolti dalla patente per divieto di sosta è 2, solo nei casi gravi come già detto, quindi anche se la sanzione pecuniaria non è delle peggiori, la sanzione amministrativa potrebbe portare gravi danni all’automobilista, specialmente nel caso in cui già avesse pochi punti sulla patente.

Quando il divieto di sosta viene fatto sulle strisce gialle si è certi della sanzione che prevede la perdita di 2 punti dalla patente.

Come contestare una multa per divieto di sosta?

Una multa per divieto di sosta si contesta rivolgendosi al Giudice Di Pace, ma è raro che il ricorso abbia successo, quindi è preferibile evitarlo perché i costi legali per fare il ricorso spesso superano di gran lunga l’importo stesso della multa, e non sono rimborsabili nel caso in cui si vinca il ricorso, quindi sarebbe una vittoria di Pirro. Il ricorso può essere effettuato anche mediante Prefetto.

Pagamento entro 5 giorni e sconto del 30%

Se la multa viene pagato entro 5 giorni dal ricevimento della notifica si pagheranno solamente 28,70€, perché si avrà uno sconto del 30% sull’importo della multa. Violare l’articolo 158 del codice della strada prevede una sanzione pecuniaria maggiore per le soste sulle strisce gialle, e anche in quel caso è previsto uno sconto del trenta percento nel caso in cui la multa venisse pagata entro 5 giorni da quando abbiamo ritirato la notifica.

Come evitare multe per divieto di sosta: Il cartello del divieto di sosta

Per evitare spiacevoli notifiche bisogna tenere bene a mente che quando è presente il cartello del divieto di sosta non si possa sostare per nessuna ragione, in alcuni casi, come per esempio la sosta dinanzi al cancello di un luogo pubblico, è possibile che l’auto venga rimossa con il carro attrezzi.

La multa per divieto di sosta va in prescrizione?

La multa per divieto di sosta così come tutte le multe per le violazioni del codice della strada vanno in prescrizione dopo 5 anni esatti dopo la notifica della violazione.

About the Author

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>